AID Italia - La risposta alle tue domande sulla dislessia

Aid sezione di

Firenze

Il ricordo di AID, in occasione della recente scomparsa del cuoco fiorentino, che aveva raccontato la sua dislessia

Uno chef che narrava le emozioni: in memoria di Fabio Picchi

Uno chef che narrava le emozioni: in memoria di Fabio Picchi

Venerdì 25 febbraio è venuto a mancare Fabio Picchi, chef e fondatore del Cibrèo storico ristorante aperto a Firenze nel 1979, diventato un tempio della cucina toscana.

Fiorentino doc, oltre che cuoco è stato anche scrittore e personaggio televisivo.

Figura poliedrica e vulcanica, Picchi aveva legato tutta la sua vita al rapporto fra cibo, cultura e la propria comunità, affiancando al ristorante Cibrèo, negli anni, il Caffè Cibrèo, il Cibreino, il Teatro del Sale (fondato con la moglie, l’attrice Maria Cassi) e infine la botteca-mercato C.Bio - Cibo Buono Italiano e Onesto, nel quartiere Sant’Ambrogio.

Picchi aveva scoperto di essere dislessico in età adulta e aveva collaborato in varie occasioni con l’Associazione Italiana Dislessia, sia partecipando a convegni promossi dalla sezione di Firenze, in occasione della settimana della dislessia, sia mandando un video saluto, per i 20 anni dell'associazione.

“La sezione AID di Firenze ricorda lo Chef Fabio Picchi con affetto e vicinanza alla famiglia – ha dichiarato la ex presidente di sezione, Maria Carmela Borsini - Molte volte ha partecipato alle nostre iniziative, condividendo la sua testimonianza di dislessico, legata a un’epoca in cui se ne ignorava l'esistenza. Fabio non era un semplice chef ma un fine narratore delle emozioni, custodite nelle trame dei rapporti tra le persone e le cose”.

Vogliamo ringraziarlo per la sua generosa collaborazione condividendo proprio il video di saluto che inviò ad AID, in occasione del Ventennale dell’Associazione, tenutosi a Bologna il 14 ottobre 2017.

Condividi
Questo sito web utilizza dei cookies tecnici e cookies di terze parti, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti. Per saperne di più e per la gestione di tali cookies, continua con la lettura. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all'uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. AUTORIZZO.